Il silicio artificiale possibile rivoluzione

Potrebbe essere una nuova rivoluzione nell’elettronica la creazione del silicio artificiale. Nonostante il silicio sia il materiale più diffuso sulla Terra, le sue caratteristiche imponevano dei limiti allo sviluppo dell’elettronica. La nuova forma ottenuta in laboratorio ne  trasforma le proprietà , tanto da aprire la strada ad una rivoluzione tecnologica. Descritto sulla rivista Nature Materials, il nuovo silicio e’ stato sintetizzato dal gruppo coordinato da Timothy Strobel, dell’Istituto Carnegie a Washington. Le possibili applicazioni potrebbero essere molteplici:  da celle solari e illuminazione più efficienti, fino a computer più veloci di quelli attuali . Modificando in laboratorio la forma geometrica secondo la quale si dispongono gli atomi di silicio, i ricercatori sono riusciti a superare i limiti di questo materiale indispensabile all’elettronica. Si tratta di una nuova forma del silicio – così come il carbonio può disporsi in modi diversi e formare grafite, diamanti o grafene – realizzata usando altissime pressioni. In questo modo i ricercatori hanno disposto il silicio in reticoli simili alle celle delle api, trasformando in questo modo alcune proprietà del materiale. Questa nuova forma potrebbe rispondere pienamente a quelle che sono le esigenze della produzione elettronica e permettere un nuovo salto tecnologico in molti settori , da celle solari molto più efficienti e Led più potenti fino a computer superveloci.

Quo Media una pubblicazione Diesis Group
Direttore responsabiile: Giorgio Tedeschi 

Privacy
Cookies

Registrazione del tribunale di Milano n° 799 del 28/12/2006.
Redazione: via A. Volta, 7 • tel. 02 62693.1
redazione@quomedia.it