Rubriche
Italiani, ogni scusa è buona per l’e-commerce
9 Febbraio 2014

In Italia non si perde occasione per fare acquisti online . Il commercio elettronico è dunque una delle nuove manie degli internauti nazionali, come testimoniano i numeri raccolti dalla ricerca di Vente-privee.com, uno dei più importanti portali per le vendite online. E chi compra fa di tutto per giustificare anche le sessioni di shopping compulsivo , con scusanti classiche quali “me lo meritavo” oppure trovando negli sconti praticati su internet un’ulteriore stimolo alla compera. “E’ un buon momento – dice Andreas Schmeidler, country manager Vente Privée Italia – , il settore cresce a livello del 20% ogni anno, noi cresciamo ancora di più e l’e-commerce è riconosciuto come un vero e proprio canale distributivo” . A favore lo sviluppo del settore hanno contribuito anche smartphone e tablet , che consentono di fare acquisti in mobilità, oltre che di scandagliare portali e siti alla ricerca dei prodotti desiderati, confrontando i prezzi in maniera rapida ed efficiente.   I patiti italiani del commercio online si distinguono dai loro cugini europei per una maggiore disponibilità alla spesa, purché ragionata e vagliata. In Europa si compra un po’ meno e in maniera più impulsiva. L’Italia ha una fenomenologia dello shopping su web più articolata e propensa all’analisi di canali e prodotti. Purché si acquisti.

Quo Media una pubblicazione Diesis Group
Direttore responsabiile: Giorgio Tedeschi 

Privacy
Cookies

Registrazione del tribunale di Milano n° 799 del 28/12/2006.
Redazione: via A. Volta, 7 • tel. 02 62693.1
redazione@quomedia.it