1 Luglio 2014
Mobile
Page: con i nostri sistemi, possiamo salvare vite

Molti produttori impegnati nel settore tecnologico promuovono indossabili legati al mondo del fitness e piattaforme per la raccolta di dati di sessioni sportive. Gli utenti non sono sempre così propensi a consegnare dati sensibili alle multinazionali ma, secondo  Larry Page, le intenzioni di Google sono estremamente positive , e tutte a vantaggio degli stessi utenti . Il ceo di Mountain View si è esposto sull’argomento durante un’intervista al New York Times , sostenendo che ” circa 100mila vite ogni anno vengono sacrificate per la paura del data-mining in ambito medico”. In risposta agli evidenti timori circa il vasto uso dei dati personali degli utenti, Page ha dichiarato che in realtà la società potrebbe fare molto di più, leggi sul trattamento dei dati permettendo. “Sono così incline a migliorare la qualità della vita della gente, che la mia preoccupazione sarebbe l’esatto opposto “, ha detto Page. ” Ci preoccupiamo così tanto per queste cose che non ne scorgiamo i reali benefici” , continuando: ” In questo momento noi non eseguiamo data-mining sui dati sanitari, ad esempio. Se l’avessimo fatto, probabilmente avremmo potuto salvare 100mila vite l’anno prossimo”.

Quo Media una pubblicazione Diesis Group
Direttore responsabiile: Giorgio Tedeschi 

Privacy
Cookies

Registrazione del tribunale di Milano n° 799 del 28/12/2006.
Redazione: via A. Volta, 7 • tel. 02 62693.1
redazione@quomedia.it