Mobile
Rubava dalle prepagate e riciclava col poker online
25 Novembre 2014

Un sofisticato sistema di riciclaggio di denaro rubato da carte prepagate è stato scoperto dai carabinieri di Osimo, Ancona. Vittime decine di persone per centinaia di prelievi fraudolenti. Il primo passo del ladrone era acquisire le informazioni sulle carte attraverso un classico sistema di phishing , simulando cioè dei siti fasulli nei quali carpire i dati della vittima. Fin qui attività non semplice ma banale. L’idea invece originale era come incassare i soldi senza destare sospetti. Così il quarantenne emiliano autore della truffa giocava online su siti poker, d’accordo con dei complici vinceva somme importanti che venivano sostanzialmente in questo modo riciclate. Il bottino è di decine di migliaia di Euro. L’inchiesta è partita dalla denuncia di un residente della frazione di Casenuove di Osimo per il furto di 500 euro dalla sua carta prepagata. Gli investigatori sono riusciti a ricostruire ogni traccia dei movimenti di denaro: dalla sottrazione, attraverso l’impossessamento dei dati personali con il sistema phishing, fino all’incasso dei soldi. La ricerca, iniziata per risolvere il solo caso dell’osimano, ha permesso agli agenti di introdursi in un ampio sistema criminale già consolidato sul web , individuando centinaia di simili prelievi fraudolenti, ammassati e nascosti su conti gioco online intestati a titolari fittizi, che venivano poi utilizzati sulla rete in svariati giochi di abilita’ e scommesse. Sono in corso ulteriori indagini per individuare eventuali complici e recuperare il danaro sottratto.

Quo Media una pubblicazione Diesis Group
Direttore responsabiile: Giorgio Tedeschi 

Privacy
Cookies

Registrazione del tribunale di Milano n° 799 del 28/12/2006.
Redazione: via A. Volta, 7 • tel. 02 62693.1
redazione@quomedia.it