Business
Software a libera scelta dell’utente per i pc
12 Settembre 2014

D’ora in poi, i clienti che acquisteranno un personal computer, fisso o portatile, potranno sceglie quale sistema operativo installarvi già in negozio . Per le marche che per contratto prevedono la distribuzione di Windows, l’utente potrà chiedere di disinstallare il software e avere lo sconto della licenza dal prezzo d’acquisto. A definire le nuove norme sulla distribuzione dei sistemi di notebook e desktop è una sentenza della Corte di Cassazione , che poche ore fa ha ribadito la necessità di garantire la libera scelta del consumatore. Qualora questa non venisse tutelata, lo stesso potrebbe rescindere l’acquisto del dispositivo senza alcuna penale. A Microsoft, la novità costa circa 140 euro per ogni cliente rinunciatario : i detrattori di Windows (che non sono pochi, in Italia) potranno risparmiare sul sistema operatico del colosso americano e optare per altri open source o meno. L’acquisto sarà dunque scorporato, software e pc saranno due mondi (e due prodotti) diversi.

Quo Media una pubblicazione Diesis Group
Direttore responsabiile: Giorgio Tedeschi 

Privacy
Cookies

Registrazione del tribunale di Milano n° 799 del 28/12/2006.
Redazione: via A. Volta, 7 • tel. 02 62693.1
redazione@quomedia.it